Fabrizio Viscardi Logo
Guide per installare Software

Le Guide Software

Wamp Server 2.5

Installazione rapida e configurazione di Apache, MySQL, PHP
e phpmyAdmin su un computer Windows
In questa guida vediamo l'installazione rapida di un server WAMP cioè di un package che provvede all'installazione 'automatica' del web server Apache, del PHP e del database MySQL in un ambiente Windows (dalla versione 7 in poi).
Si tratta del pacchetto WAMP SERVER versione 2.5, di produzione francese, che Vi installerà:
- Apache vers. 2.4.9
- Mysql vers. 5.6.17
- Php vers. 5.5.12
La guida è suddivisa in 8 distinte fasi descritte dettagliatamente.

1) Prerequisiti.
Poiché è prerequisito fondamentale per il funzionamento del WampServer 2.5 l'installazione dei 'Microsoft Visual C++ Redistributable Packages' che installano i componenti di runtime necessari per eseguire applicazioni C++ compilate con Microsoft Visual C++, è necessario installare tali moduli di runtime, per prima cosa.
E' però caldamente raccomnadato installare i runtime 2008 Service Pack 1, 2010 e 2012 sia a 32 bits che a 64 bits: in questo modo si ha l'assoluta certezza della eseguibilità di tutto ciò che costituisce il WampServer.
Quindi eseguite quanto descritto in questo primo punto della Guida:
- Create una cartella temp sul Vs. disco e dentro a tale cartella create le sottocartelle vc9, vc10 e vc11.
- Scaricate il Red.Package 2008 SP1 (VC++ 9) a 32 bits e salvatelo nella cartella vc9.
- Scaricate il Red.Package 2008 SP1 (VC++ 9) a 64 bits e salvatelo nella cartella vc9.
- Scaricate il Red.Package 2010 SP1 (VC++ 10) a 32 bits e salvatelo nella cartella vc10.
- Scaricate il Red.Package 2010 SP1 (VC++ 10) a 64 bits e salvatelo nella cartella vc10.
- Scaricate il Red.Package 2012 UPD4 (VC++ 11) a 32 bits e salvatelo nella cartella vc11.
- Scaricate il Red.Package 2012 UPD4 (VC++ 11) a 64 bits e salvatelo nella cartella vc11.
- Poiché i Redistributable Packaes sopra proposti sono sempre aggiornati, potete cogliere l'occasione per disinstallare dal Vs. Personal Computer tramite 'Pannello di Controllo' le versoni più vecchie. Dunque ora dalle varie cartelle vc9, vc10 e vc11 installate tutti e 6 i Runtime.
Si tratta di installazioni molto semplici, senza alcuna particolare domanda, senza alcun pericolo di virus o altri programmi spia e Vi occorrerà un tempo di circa 10 minuti per completare questo 1° passo.

2) Download
A questo punto procediamo con il pacchetto WampServer:
fate il download della versione a 32 bits da questo server salvando nella solita cartella temp.
Consiglio di installare la versione a 32 bits poiché si hanno più probabilità di totale compatibilità ed al tempo stesso nessuna particolare miglioria rispetto alla versione a 64 bits.
Comunque se desiderate provare la versione a 64 bits potete scaricarla da qui - server alternativo.

3) Attivazione dell'installazione.
Entrate ora nella cartella 'temp' ed attivate 'wampserver2.5-Apache-2.4.9-Mysql-5.6.17-php5.5.12-32b.exe' oppure 'wampserver2.5-Apache-2.4.9-Mysql-5.6.17-php5.5.12-32b.exe'.
Rispondendo 'si' alla prosecuzione dell'esecuzione del programma Vi si presenterà un 'setup' agevolato intitolato Welcome to the Wamp Server 2 Setup Wizard Proseguite con 'Next'.
Nella seconda videata accettate la Licenza e proseguite con 'Next'.
Ora viene proposta la cartella di installazione: suggerisco di lasciarla immutata (possibilmente !); proseguite con 'Next'.
Consiglio di chiedere la creazione almeno di n'icona sul Desktop; proseguite con 'Next'.
Procedete con 'Install'.
Ora vengono estratti tutti i files e collocati nella cartella C:\wamp.
Al termine viene proposto il browser di default trovato nella sua corretta cartella (non Vi preoccupate, non è detto che sia il vero Browser di default del Vs. computer). Comunque dovete scegliere: se è Internet Explorer quello che preferite dovete cercare il programma 'iexplore.exe' dentro la cartella C:/Windows, se è Firefox che preferite dovete cercarlo nella cartella C:/Programmi (86)/Mozilla Firefox e scegliere 'firefox.exe', se è Chrome che preferite dovere cercare 'chrome.exe' nella sua cartella e così per ogni altro browser.
Quello sarà il browser di default per il WampServer.
Scelto il browser il setup continua con alcune domande di configurazione:
- richiesta dell'SMTP server e dell'indirizzo di mail da figurare come mittente per gli invii di mail da parte del php. Specificate qui l'SMTP che state usando (che avete configurato) sul computer quando gestite posta con Outlook o Thunderbird, ad esempio : smtp.mailout.it
Anche un indirizzo di mail valido.
Proseguite su 'Next'.
L'installazione è già terminata. Lasciate che il programma di setup lanci il Server e fate clic su 'Finish'.

4) Il Wamp Server.
Nella barra delle applicazioni ed in particolare sulla destra nell'area di notifica si è ora aggiunta una icona che corrisponde al Wamp Server, che dopo l'installazione dovrebbe essere colorata in verde. Il 'verde' ha il significato di 'running' ovvero il WebServer è pronto ad accettare richieste.
Se siamo impazienti di provare se ciò è vero basta scrivere nella barra degli indirizzi del browser http://localhost e vedere, come risposta, una pagina particolare, emessa dal WampServer stesso che riassume le funzionalità: versione del Server Apache, versione del PHP, versione del MySQL con relativa documentazione.
Sotto, nella sezione 'Tools' è disponibile la funzione 'phpinfo()', attivatela: l'apparizione di una particolare tabella azzurra peina di valori è proprio indice di funzionalità sia del PHP che del server Apache.
Ancora nella videata precedente del WampServer tra i 'Tools' è elencato 'phpMyAdmin' strumento software per l'amministrazione del database MySql. Attivate 'phpMyAdmin'.
La videata proposta Vi presenta, sulla destra, un riepilogo del 'Server del Database' (ovvero il Motore di MySql), un riepilogo del WebServer (cioè Apache nella sua versione 2.4.9 e PHP nella versione 5.5.12) ed infine un riepilogo di phpMyAdmin stesso (verrà messo in evidenza cha la versione installata 4.1.14 è stata superata da una più recente).
Potete seguire la Guida per l'aggiornamento di un Web Server Apache+MySql+PHP+phpMyAdmin ed aggiornare ciò che ritenete seguendo le dovute precauzioni.

5) Configurazione del WampServer.
Portate il mouse sopra l'icona del 'WAMPSERVER 2.5' nell'area di Notifica.
Facendo un clic col mouse appare un piccolo menu di 12 voci suddivise in tre gruppi.
- Cominciate da 'Localhost', in alto, sulla cui voce fate clic.
Attivando tale voce partirà il browser che avete scelto in precedenza, il quale visualizzerà la prima pagina della cartella c:/wamp/www/ cioè viene eseguita 'index.php'. L'indirizzo nella barra di navigazione è 'localhost'.
E' la stessa videata di cui abbiamo già parlato : il browser presenta una pagina divisa in 4 parti: la prima è quella più grande con il 'link esterno alla documentazione di Apache', il 'link esterno alla documentazione del php' e quindi l'elenco delle estensioni caricate.
Nella seconda parte a sinistra in basso c'è la sezione 'Tools' con phpinfo() e phpmyadmin. Nella terza parte centrale denominata 'Your Projects' avete l'elenco dei progetti (dei siti web che state realizzando); all'inizio lista vuota ma andando a creare una cartella dentro a c:/wamp/www/ questa, dopo un 'aggiorna' della pagina, apparirà sotto 'Your Projects'. Nella quarta parte in basso a destra trovate 'Your Aliases' tra cui l'utilissimo phpsysinfo (che dopo un po' di secondi di elaborazione) Vi presenta un riepilogo del computer con molti utili dati.
Potete chiudere il browser, dopo questo primo esame, e ritornate all'icona del WampServer.

- Tra le varie voci del menu di WampServer ci sono Apache, PHP e MySQL. Per ciascuno è possibile andare a controllare se il servizio è attivato, eventualmente farlo partire o ripartire ed anche fare delle variazioni alle impostazioni.
Ad esempio una impostazione del PHP da variare potrebbe essere l'attivazione dello 'Short Open Tag' ovvero far riconoscere validi i tag abbreviati '' per passare da Html a PHP e viceversa : basta fare clic su 'php.ini' per variare le impostazioni del PHP, su 'my.ini' per variare le impostazioni del MySQL e su 'httpd.conf' per variare le impostazioni de Apache.
Andiamo ad esempio a variare proprio lo 'Short Open Tag': portare il mouse sopra la parola 'PHP' e percorrere il menu secondario che si è aperto; scendere su 'php.ini' e fare clic. Si apre il blocco note e con questo si può cercare short_open_tag = Off ed una volta trovato scrivere On e salvare.
Se fosse questa l'unica modifica dovremmo far ripartire Apache ma lo faremo dopo altre modifiche.

6) per gestire i servizi.
Si ricorda che cliccando sull'icona del WampServer si possono 'far partire tutti i servizi', 'fermare tutti i servizi' nonché 'ri-attivarli tutti'. Quando l'icona è di color 'rosso' tutti i servizi sono fermi, quando l'icona ha color 'arancione' alcuni servizi sono fermi altri attivi, quando l'icona è verde tutti i servizi sono attivi.

7) Ultima parte fondamentale (ed anche un po' impegnativa) che dobbiamo fare ora è la definizione dei Progetti che si intendono sviluppare e testare con il WebServer appena installato.
Sicuramente avrete almeno due o tre siti da sviluppare o da manutenere (in cui è coinvolto il PHP ed il MySql) e magari vorrete installare qualche pacchetto software per prenderne visione o per studiarlo, per esempio... WordPress o Drupal, un CMS.
Vorrete sicuramente lavorare sui Vs. siti web esattamente come poi essi si troveranno a lavorare sui rispettivi webserver remoti, ovvero collocati a partire dalla root, cartella principale corrispondente al nome di dominio http://www.pippo.com
Per poter avere la stessa situazione pulita nell'ambiente WampServer 2.5 appena installato non si devono utilizzare i 'Progetti' e nemmeno gli 'Alias' bensì gli 'Host Virtuali' che vanno definiti manualmente all'interno del server Apache

Il comportamento naturale per sistemare un progetto sarebbe certo quello di creare delle sottocartelle della cartella c:/wamp/www come qui sotto esemplificato:
C:/wamp
       |-- www
             |-- progetto1
             |-- progetto2
             |-- etc

Queste sottocartelle verrebbero poi mostrate come 'links' nel menu del Wamp Server sotto la voce 'Your Projects', con links del tipo 'localhost/progetto1'. Così i siti verrebbero sviluppati all'interno di cartelle/sottocartelle che poi non sarebbero più presenti sul webserver remoto.

Dobbiamo cioè procedere alla creazione di 'Virtual Hosts' all'interno del Wamp Server e per la precisione di tanti Virtual Hosts quanti sono i differenti progetti.
Seguite i 3 seguenti passi:
passo1) creare la definizione di Virtual Host passo2) aggiungere il nuovo nome di dominio al file 'HOSTS' passo3) togliere il commento nel file httpd.conf alla linea che include la definizione del file di 'Virtual Host'.

passo1) Creare una definizione di 'Virtual Host'

Modificare il file `httpd-vhosts.conf` che si trova in :
C:\wamp\bin\apache\apache2.4.9\conf\extra\httpd-vhosts.conf

La prima volta che si fa questa operazione occorre:
- cancellare i due esempi presenti nel file;
- inserire questa definizione nel posto dove erano gli esempi:

Ora sotto dobbiamo definire ciascun progetto / sito su cui siamo al lavoro.
Supponendo di voler creare una definizione per un sito nominato 'progetto1' che si trova nella cartella c:\wamp\www\progetto1 aggiungiamo ancora :

Attenzione : di queste definizioni 'VirtualHost' (come progetto1) ne vanno fatte tante quanti sono i progetti.
Attenzione : local va scritto tutto minuscolo.
Attenzione : il nome che scrivete a ServerName dovrà essere scritto anche nel file 'Hosts' e non dovrà essere un indirizzo / nome di sito esterno.
Attenzione : il progetto / sito può trovarsi anche in un'altra locazione / altro hard disk.

passo2) aggiungere un nuovo nome di dominio al file HOSTS

Si deve aggiungere il nuovo nome di dominio (i nomi di dominio) al file HOSTS, cioè aggiungere il nome (i nomi) di dominio usato/usati nella definizione del Virtual Host, cosicché Windows sappia dove trovarlo.
Il file 'Hosts' è relativo a Windows, non al WampServer !

Editare dunque il file :
`C:\windows\system32\drivers\etc\hosts`
Attenzione : questo file non ha estensione ed ha privilegi e deve rimanere così.
Per modificarlo, per esempio con un editor per programmazione tipo Notepad++, occorre farlo con privilegi da Amministratore!
Fare esattamente così:
dal menu Start posizionarsi sopra al programma tipo Notepad++,
col tasto destro del mouse fare 'Esegui come Amministratore',
dal programma stesso poi fare : File --> Apri --> e cercare il file C:\windows\system32\drivers\etc\hosts

Aggiungere le righe seguenti e salvare:

127.0.0.1 localhost
127.0.0.1 progetto1

::1 localhost
::1 progetto1

Attenzione : di queste coppie di righe con 'progetto1' ne vanno inserite tante quanti sono i progetti/i siti.

Affinché la cosa funzioni occorre ora dire a Windows di rinfrescare la sua cache.
Da una finestra CMD (individuata per esempio tra i programmi Accessori e lanciata con 'Esegui come Amministratore') emettere i due seguenti comandi :
net stop dnscache
net start dnscache
Attenzione: sarete nella modalità corretta se vedrete nella finestra comandi C:/windows/system32>

passo3) togliere commento nel file 'httpd.conf'

Aprire con l'editor il file c:/wamp/bin/Apache/Apache2.4.9/conf/httpd.conf e alle seconda delle due seguenti righe togliere il commento :

# Virtual hosts
#Include conf/extra/httpd-vhosts.conf

(Cioè rimuovere il `#` dalla riga 513 del file)

Per attivare questa modifica (o in unione alle precedenti) occorre fermare e riattivare i servizi di Apache, cosa che si può fare con il menu di Wamp Server 'Restart All Services'.

7) Conclusioni e suggerimenti.
Ora se l'icona del Wamp Server nel 'system tray' non diventa verde significa che c'e' qualche errore nel file `\wamp\bin\apache\apache2.4.9\conf\extra\httpd-vhosts.conf`. Occorre trovare gli errori ! Per questo si può ricorrere al software di Apache stesso attivato in modalità test.

Attivate una finestra comando e scrivete :

cd \wamp\bin\apache\apache2.4.9\bin
httpd -t

apparirà la descrizione di un / degli errori. Correggete e riattivate il comando 'httpd -t' fintantoché non apparirà :
Syntax OK

Inoltre ricordare :
- non tentare di installare questo package sopra una precedente installazione di WAMP5 : occorre rimuovere tutti i pacchetti WAMP / XAMP precedenti prima di installare Wamp Server 2.5 !
- precedenti versioni di Wamp Server sono incompatibili con questa a causa di differenti compilatori C++ utilizzati.